PRACTICHE CATASTALI

Variazione catastale

La Variazione Catastale è un documento ufficiale, con il quale si comunica all’Agenzia del Territorio l’intervenuto cambiamento dello stato di un immobile. Il servizio dello studio include sopralluogo, verifiche dimensionali, disegno informatico, predisposizione e trasmissione telematica con la procedura Docfa

Quando serve una variazione catastale?  

(Ad esempioa seguito di qualsiasi intervento urbanistico mediante la presentazione di una comunicazione CILA o di altro strumento urbanistico come i titoli abilitativi SCIA o DIA, che comportano una diversa disposizione degli spazi interni dell’unità immobiliare in oggetto)

Nuovo accatastamento

L’accatastamento serve ad attribuire all’immobile nuovo o modificato i nuovi eventuali dati identificativi (foglio, particella e sub) e la rendita dell’unità immobiliare. E’ un documento necessario per i pagamenti di IMU ed IRPEF e per la richiesta del certificato di agibilità/abitabilità dell’immobile.

È OBBLIGATORIO e deve essere redatto prima della conclusione dei lavori. Con l’accatastamento viene anche definita la categoria dell’unità immobiliare (ad esempio abitazione cat. A, negozi cat. “C/1”, ecc.). Il servizio è rivolto ai proprietari di immobili che non hanno denunciato al catasto la propria unità immobiliare e alle imprese o privati che hanno terminato la costruzione di un immobile

Voltura catastale

La voltura catastale permette di registrare presso gli uffici catastali dell’Agenzia del Territorio l’avvenuto trasferimento di proprietà di un immobile, in seguito ad atti di compravendita, donazione, decreto giudiziario.
E’ necessario presentare la domanda di voltura catastale entro 30 giorni dal trasferimento di proprietà, o di altri diritti su terreni e fabbricati (donazioni, compravendite, successioni, ecc.)

 Quali documenti sono necessari per la presentazione?

  • Documenti dell’avente titolo per la richiesta
  • Dati anagrafici del proprietario
  • Dati catastali dell’immobile ·

Quali sono le tipologie di voltura catastale?

  • Di afflusso: tale voltura si richiede quando il passaggio di proprietà di terreni o fabbricati non risulta essere stato presentato presso l’Agenzia del Territorio. Per tale voltura serve la copia dell’atto motivante la voltura stessa (compravendita, donazione, denuncia di successione, certificato di morte per il ricongiungimento di usufrutto, ecc.)
  • Di preallineamento: tale voltura si richiede quando il passaggio di proprietà è stato correttamente presentato presso l’ufficio catastale ma non risulta essere stato inserito nella banca dati catastale;
  • Di recupero di voltura automatica: tale voltura viene eseguita nel caso di integrazione di intestazione per volture catastali incomplete e non corrette.

CORREZIONE ERRORI CATASTALI

La correzione della documentazione catastale permette di correggere errori ortografici, presenti nella visura. L’errore può riguardare:

  • La persona a cui è intestato l’immobile: cognome e nome (per le aziende “denominazione”), codice fiscale, luogo e data di nascita (per le aziende “sede legale”), diritti e quota di possesso.
  • Errore sui dati dell’immobile: indirizzo, ubicazione (n° civico, piano, interno, ecc.) o evidenti inesattezze nella consistenza (numero vani o metri quadri).

Richiesta identificativo catastale definitivo

E’ inoltre possibile richiedere l’identificativo catastale definitivo, per gli immobili urbani che ne sono privi o per gli immobili che, pur a seguito di accatastamento, risultano assenti in banca dati. Per presentare la richiesta occorre disporre di: identificativo catastale provvisorio (per i casi di assegnazione dell’identificativo definitivo) domanda di accatastamento (data e protocollo della domanda)

DICHIARAZIONE CONFORMITA’ CATASTALE.

La legge italiana prevede che in ogni atto di compravendita il venditore dichiari che lo stato dell’immobile è conforme alla planimetria depositata in catasto.

Posso ottenere una conformità avendo modificato il mio immobile?

Si, se valuterà le modifiche presenti e secondo le indicazioni dell’Agenzia del Territorio firmerà la conformità in caso di lievi difformità che non modifichino il numero di vani o la struttura distributiva dell’immobile o ti proporrà una variazione catastale per regolarizzare l’immobile.